Non appena si inizia a aerografare, si pone inevitabilmente la questione di quale sia il compressore più adatto. Ci sono diverse caratteristiche importanti che rendono la scelta non così facile come sembra. Vi aiuteremo a scegliere il modello giusto – con la nostra Guida al compressore per aerografo.

 

 

 

 

Cos’è un compressore per aerografo?

In generale, il gas viene compresso in un compressore, al quale si possono poi aggiungere lavori meccanici. Pertanto, i compressori sono chiamati anche compressori. La compressione riduce il volume del gas. I compressori disponibili in commercio sono suddivisi in innumerevoli modelli diversi, ad esempio compressori a pistoni, compressori a vite, compressori ionici o turbocompressori.

Durante l’aerografia il compressore agisce come un sistema ad aria compressa. Ciò significa che l’aria nel compressore viene compressa per poterla utilizzare per spruzzare la vernice dell’aerografo contenuta nella pistola sulla superficie della pittura. Un compressore per l’aerografia funziona solitamente in un intervallo compreso tra 1,5 e 2,2 bar. La pressione che deve essere lavorata è anche uno dei motivi per cui un compressore convenzionale non è adatto all’aerografia. Se si desidera utilizzare un tale compressore per l’aerografia, è necessario prima convertirlo. Ad esempio, dovrebbe avere un regolatore di pressione che permetta di regolare la pressione verso il basso.

Tuttavia, molti compressori normali non sono raccomandati per l’aerografia perché sono troppo grandi e pesanti e possono causare forti vibrazioni. Soprattutto i compressori industriali lubrificati con olio funzionano anche in modo poco pulito: nell’aria di scarico possono esserci residui di olio che potrebbero contaminare il vostro progetto artistico o compromettere le proprietà adesive della vernice. Per questo motivo vi consigliamo di acquistare un compressore speciale per aerografo.

 

Un buon compressore per aerografo dovrebbe:

  • Produrre aria pulita e non trasportare sporcizia o liquidi con la vernice da spruzzare, altrimenti l’opera d’arte che ne risulta potrebbe sporcarsi o danneggiarsi
  • Non fare troppo rumore, perché un artista ha bisogno di silenzio per il suo lavoro e, a parte questo, non vuole certo usare protezioni per le orecchie
  • Funzionamento senza manutenzione, in modo da eliminare gli spiacevoli lavori regolari
  • Avere un riduttore di pressione in modo che la pressione non diventi troppo alta
  • Essere alla portata di tutti
  • Non causare vibrazioni eccessive
  • hanno filettature adatte; queste sono di solito di 1/8 di pollice quando si aerografa
  • Può essere comodo e facile da trasportare se si vuole lavorare su strada
  • Essere facile da usare, perché non tutti sono tecnicamente esperti

Un’alternativa al compressore sarebbe rappresentata dalle bombole d’aria compressa, perché con queste è possibile azionare anche una pistola ad aria compressa. Tuttavia, questi hanno lo svantaggio di svuotare relativamente rapidamente. Durante una lunga sessione di aerografo si possono raccogliere da tre a quattro bottiglie di aria compressa usate. Acquistando un compressore per aerografo non solo lavorerete in modo più economico, ma anche più sostenibile. Inoltre, un buon compressore per aerografo ti fa risparmiare molti nervi, perché non devi preoccuparti costantemente di procurarti le bombole di aria compressa.

compressore per aerografo

 

 

 

Test del compressore dell’aerografo

Trovare il perfetto compressore per aerografo non è un compito facile. Ecco perché abbiamo testato diversi compressori e vi presentiamo qui i modelli migliori:

 

 

La nostra raccomandazione per le orecchie sensibili: Implotex Silent Airbrush Kompressor

Il nostro primo compressore consigliato è il silenzio Compressor di IMPLOTEX. Non solo funziona senza olio e offre prestazioni perfette, ma soprattutto il compressore dell’aerografo è silenzioso. Così non disturba il vostro flusso e potete lavorare in pace. È il compressore perfetto soprattutto per i lavori difficili dell’aerografo che richiedono un alto livello di concentrazione.

 

Implotex - Compressore ad aria, 480 W, 48 dB, silenzioso, senza olio
  • Caldaia: 9 l verniciata a polvere all'interno e all'esterno, pressione massima: 8 bar
  • Dimensioni: ca. 500 x 190 x 550 mm, peso: 15 kg
  • A soli 48 dB più silenzioso dei compressori standard della stessa potenza
  • Unità di alta qualità, senza olio, con protezione del motore e scarico dell'avviamento
  • Spegnimento automatico a 8 bar, riavvio a 6 bar
Vista su Amazon

 

Vantaggi:

  • Funziona, soprattutto rispetto ad altri compressori per aerografo, in modo molto silenzioso
  • La caldaia da nove litri è rivestita a polvere all’interno e all’esterno
  • Il suo aggregato non è solo privo di olio, ma anche esente da manutenzione ed è dotato di una protezione all’avviamento
  • Il compressore si spegne automaticamente a otto bar e poi si riaccende quando la pressione è scesa a sei bar
  • Non è adatto solo per l’aerografia, ma anche per varie altre applicazioni

Contro:

  • Con un peso di poco meno di 16 chilogrammi non è particolarmente maneggevole
  • Naturalmente il compressore dell’aerografo non si trova esattamente nel segmento di prezzo più basso

Tuttavia, il Whisper Compressor funziona molto bene nel complesso, ed è per questo che possiamo consigliare un compressore per aerografo senza restrizioni in questo caso.

 

 

Raccomandazione per gli utenti avanzati: Revell Airbrush Kompressor Master Class

Il compressore dell’aerografo Revell si chiama Master Class per un motivo. Non solo funziona senza olio, ma ha anche un separatore d’acqua, un regolatore di pressione e due manometri. Offre così tutto ciò che il cuore di un artista desidera e anche di più.

Revell Airbrush 39138 - Compressore Masterclass
  • Compressore professionale per aerografo con pressione massima di 5,5 bar
  • Volume massimo dell'aria: 32 l / min, serbatoio dell'aria: ca. 2,5 l, livello di rumore: 50 dB
  • Dotazione: doppio cilindro, 2 manometri, regolatore di pressione, separatore d'acqua, serbatoio d'aria con valvola di scarico dell'acqua di condensa, valvola di sicurezza, spegnimento automatico, maniglia di trasporto
Vista su Amazon

 

 

Vantaggi:

  • Il compressore funziona senza olio, il che significa nessun antiestetico imbrattamento dell’inchiostro
  • Ha un separatore d’acqua per evitare la formazione di condensa indesiderata e una valvola di sicurezza
  • Un serbatoio d’aria è già integrato e dispone di una valvola di scarico dell’acqua di condensa
  • Il suo peso è di poco inferiore ai dieci chilogrammi, molto più gestibile rispetto al peso di molti altri modelli
  • È dotato di un regolatore di pressione, due manometri e un dispositivo di spegnimento automatico
  • Il compressore funziona in modo estremamente silenzioso; corrisponde approssimativamente al livello di rumore di un frigorifero

Contro:

  • Il prezzo orgoglioso deve essere menzionato anche qui
  • Il compressore è particolarmente adatto per le pistole ad aerografo Revell
  • I tubi e i connettori non sono inclusi
  • Particolarmente adatto per modellisti e professionisti dell’aerografo, per principianti meno

Il Revell è il nostro compressore consigliato per i professionisti dell’aerografo e per coloro che vogliono diventarlo. Se volete solo spruzzare un po’ ogni tanto e non avete grandi ambizioni, vi consigliamo un modello più semplice.

 

 

Mancia per un buon rapporto qualità-prezzo: Compressore per aerografo Fengda FD-186

Il compressore per aerografo Fengda FD-186 è il nostro vincitore assoluto in termini di prezzo e prestazioni. Offre all’artista dell’aerografo tutto ciò di cui ha bisogno a un prezzo imbattibile.

 

Original Fengda FD186 - Professionale Compressore Aerografo
  • Compressore a pistoni monocilindrico potente ed efficiente dal punto di vista energetico
  • Autostop automatico (4 bar-stop / 3 bar-start)
  • Regolatore di portata e pressione integrato, manometro, separatore d'acqua
  • Serbatoio dell'aria integrato con riserva di aria compressa 3l
  • Funzionamento silenzioso con soli 47 dB
Vista su Amazon

 

Vantaggi:

  • Ha una funzione di spegnimento automatico
  • Sono integrati anche diversi altri espedienti: un regolatore di portata e pressione, un separatore d’acqua e un manometro
  • Il compressore dell’aerografo funziona in modo incredibilmente silenzioso a soli 47 dB
  • È integrato anche un serbatoio d’aria con un volume di 3L
  • Il prezzo è semplicemente imbattibile

Contro:

  • Attenzione, poiché il compressore può diventare molto caldo – lo spegnimento automatico impedisce il surriscaldamento del compressore; tuttavia, l’unità deve essere posizionata liberamente e, naturalmente, non deve essere toccata durante il funzionamento prolungato
  • Per lo stesso motivo c’è un altro svantaggio: se il compressore dell’aerografo si surriscalda troppo, si spegne – a causa del sistema automatico – e questo anche durante l’aerografia; pertanto l’utente dovrebbe tenere d’occhio la temperatura del Fengda, soprattutto quando si spruzza su grandi superfici

Soprattutto per i principianti che non sono ancora sicuri che l’aerografia sia adatta a loro, ma anche per gli utenti avanzati che sono alla ricerca di un compressore silenzioso con prestazioni solide, il Fengda FD-186 è perfetto. Il prezzo non può comunque essere superato – quindi il Fengda è di gran lunga il vincitore nel nostro test del compressore dell’aerografo.

 

 

Quali tipi di compressori per aerografo sono disponibili?

Sul mercato sono disponibili diversi tipi di compressori per aerografo, che presentano vantaggi e svantaggi. Ad esempio, possono essere azionati con o senza olio. Di seguito vi spiegheremo le differenze e a cosa dovete prestare attenzione quando acquistate un aerografo.

 

Compressore a pistone

All’interno di un compressore ci sono pistoni che funzionano senza olio o sono lubrificati con una pellicola d’olio. Se si dispone di un apparecchio in funzione, c’è sempre usura. Nei compressori, questo si manifesta spesso con danni ai pistoni interni. Pertanto l’usura deve essere ridotta al minimo. Nei compressori senza olio ciò non avviene tramite un lubrificante, ma tramite vari componenti in plastica e superfici di scorrimento dei cilindri. Questi ultimi sono in acciaio inossidabile, ottone o alluminio.

Un compressore senza olio offre in realtà all’utente solo vantaggi:

  • Alte prestazioni con un’usura relativamente bassa
  • La durata di vita può arrivare fino a 20.000 ore lavorative, a seconda dell’applicazione
  • Non vi è alcun rischio di contaminazione della vernice dell’aerografo per la fuoriuscita di olio
  • Grazie all’assenza di sporco, la versione senza olio è più facile da pulire e richiede meno manutenzione
  • Un compressore senza olio è più sostenibile, in quanto non è più necessario l’uso di olio dannoso per l’ambiente
  • Di norma, un buon compressore per aerografo, che funziona senza olio, è più economico

L’unica cosa che parla contro un compressore senza olio è il fatto che diventa più caldo della versione lubrificata a olio ad alte prestazioni. Tuttavia, questo non è molto importante per un compressore per aerografo; questo svantaggio si riferisce piuttosto alla versione industriale. Un compressore per aerografo non deve necessariamente essere così potente da surriscaldarsi rapidamente; in tal caso, di solito si attiva la funzione di spegnimento automatico.

miglior compressore per aerografo

 

Compressore a pistone dell’olio

Nel compressore a pistoni d’olio, i pistoni interni sono permanentemente rivestiti da una pellicola d’olio che riduce l’attrito e quindi il calore generato. Questo riduce al minimo anche l’usura. Gli amanti del fai-da-te possono conoscere questo tipo di minimizzazione dell’usura dal motore di un’auto. Inoltre l’industria lavora con diversi lubrificanti per dare alle macchine una vita più lunga e per proteggerle dal surriscaldamento.

Vantaggi:

  • Un compressore lubrificato ad olio non diventa caldo come la versione senza olio. L’olio dissipa anche il calore generato nel cilindro e quindi impedisce il surriscaldamento
  • Maggiore durata e basso livello di rumorosità rispetto ad altri compressori
  • Maggiore volume di erogazione e quindi un maggiore volume del serbatoio dell’aria

Contro:

  • Di solito un compressore lubrificato ad olio è dotato di un trattamento ad aria compressa per mantenere la contaminazione da olio il più basso possibile. Tuttavia, c’è sempre una quantità minima di olio nell’aria e questo può avere conseguenze per la vostra opera d’arte. È possibile che l’olio possa far sì che i diversi colori non aderiscano correttamente o che si formino delle bolle al di sotto dopo un certo periodo di tempo quando l’opera d’arte è terminata.
  • Il compressore diventa minimamente ma costantemente contaminato da olio ad ogni utilizzo e deve essere mantenuto dopo un certo tempo; l’olio si raccoglie nelle guarnizioni, negli ingranaggi delle valvole o anche direttamente nel tubo dell’aria e può intasarlo nel tempo
  • Un compressore lubrificato a olio è spesso più costoso di un compressore senza olio

Per il funzionamento commerciale di un compressore, l’uso dell’olio è una buona invenzione, ma questo di solito non si applica all’aerografia. Se si desidera acquistare un compressore per aerografo con olio o un compressore per aerografo senza olio dipende dalla durata e dall’intensità dell’utilizzo e dallo scopo per cui è necessario. In definitiva, sta a voi decidere quale compressore per aerografo è più adatto a voi. Vi consigliamo chiaramente di scegliere la versione senza olio, soprattutto per i lavori di dettaglio.

 

Compressore a diaframma

In un compressore a diaframma, un diaframma di plastica viene mosso su e giù da un motore. Vi è anche un’uscita e una valvola di ingresso attraverso la quale l’aria viene aspirata e scaricata. Questi compressori funzionano di solito senza serbatoio d’aria, cioè in funzionamento continuo, che porta facilmente al surriscaldamento. Il motore si spegne automaticamente fino a quando l’unità non si è raffreddata. Un tempo di lavoro più lungo è reso possibile da un ventilatore integrato. Anche questo è azionato dal motore e provvede al raffreddamento durante la fase di lavoro.

Vantaggi

  • Prezzo di acquisto molto favorevole
  • Senza olio, senza manutenzione
  • Molto compatto e maneggevole in quanto non c’è il serbatoio dell’aria compressa

Contro

  • La vita utile del diaframma è piuttosto breve
  • C’è il pericolo di surriscaldamento
  • Nessun serbatoio d’aria, quindi non è garantita un’estrazione omogenea dell’aria
  • Un po’ più rumoroso dei compressori a pistoni
  • Il motore funziona in continuo durante il funzionamento

 

 

Si prega di notare questo quando si acquista un compressore per aerografo

Prima che vi infastidisca perché avete acquistato il compressore sbagliato per i vostri scopi, dovreste ottenere alcune informazioni complete sui compressori per aerografo. Di seguito vi forniremo i criteri più importanti per aiutarvi a trovare il compressore ottimale per l’aerografo.

Prima di tutto va menzionato il tempo di funzionamento del compressore. Questo determina quanto tempo si può lavorare. Più lunga è la durata di una sessione, più aria deve comprimere il compressore. Questo è naturalmente accompagnato da una certa quantità di calore. Soprattutto le opere d’arte di grandi dimensioni o quelle con molti dettagli, su cui si lavora a lungo, possono portare a un’elevata emissione di calore del compressore. Pertanto, quando si acquista un compressore per aerografo, è necessario prestare attenzione al tempo di funzionamento.

Un altro punto importante è che non richiede manutenzione. Di certo non volete passare il vostro tempo a mantenere costantemente il vostro compressore quando potreste investirlo meglio nelle vostre opere d’arte. Un compressore per aerografo che non richiede manutenzione significa che non è necessario sostituire i filtri dell’aria o rabboccare l’olio.

Un buon compressore per aerografo dovrebbe avere i seguenti componenti o si dovrebbe prestare attenzione a questi criteri:

 

Indicatori di pressione / manometro

Un manometro assicura che sia sempre possibile controllare la pressione necessaria per l’aerografia e regolarla al livello ottimale. Così si può lavorare in pace e non ci si deve preoccupare troppo se la pressione è sufficiente o troppo alta. Basta un rapido sguardo al display.

compressore silenziato per aerografo

 

Separatore d’acqua

Se il compressore è acceso, con il tempo si formerà acqua di condensa. Quest’acqua può essere espulsa dalla pistola in goccioline. Questo si mescolerà con la vernice e causerà macchie o striature molto antiestetiche sulle vostre opere d’arte. La brillantezza del colore ne risente e il progetto finito può contenere errori, il che sarebbe molto fastidioso.

Potete evitarlo assicurarvi che il vostro compressore abbia un separatore d’acqua incorporato. Il vostro compressore dovrebbe comunque essere privo di olio; se non lo è, potete anche potenziarlo con un separatore d’olio.

 

Serbatoio

Un compressore per l’aerografo è rumoroso e un artista ha bisogno di riposo e di svago per il suo lavoro. Questi due fatti si intersecano naturalmente e si escludono a vicenda. Affinché si possa ancora lavorare in tranquillità, vale la pena di acquistare un serbatoio d’aria. Questo serbatoio viene riempito d’aria dal compressore all’inizio dei lavori. Poi il compressore si spegne e si può beneficiare dell’aria contenuta nel serbatoio per un certo tempo fino a quando non deve essere riempito di nuovo. Durante questo tempo c’è una pace celeste. Per questo motivo vi consigliamo vivamente di acquistare un serbatoio d’aria. Tuttavia, deve essere pulito da qualsiasi acqua di condensa dopo ogni utilizzo, altrimenti si arrugginisce in un tempo relativamente breve.

 

Regolazione della pressione

Un compressore funziona comprimendo l’aria o anche un altro gas. Lo fa aumentando la pressione con l’aiuto di una pompa. La pressione risultante può essere di diversi livelli. Per il funzionamento di una pistola ad aerografo è necessaria una pressione di esercizio permanente da 1,5 a 2,2 bar, in rari casi anche 2,5 bar, a seconda della vernice e della dimensione dell’ugello utilizzato.

La maggior parte dei compressori raggiunge una pressione più elevata. Questo dovrebbe essere regolabile tramite un regolatore di pressione. La pressione deve essere sempre costante, il che significa che non deve oscillare o crollare durante il lavoro. Nel peggiore dei casi, una situazione del genere rovinerebbe l’opera d’arte, in quanto la pittura si diffonderebbe in modo disomogeneo o lascerebbe macchioline. Il miglior risultato si ottiene di solito quando si lavora con un serbatoio d’aria in cui l’aria compressa può essere temporaneamente immagazzinata.

 

Volume

Immaginate di lavorare molto concentrati su un’opera d’arte sulla quale siete già seduti da diverse ore. C’è tutto il tuo cuore e tutta la tua anima. Sei completamente nel flusso, non senti più molto di ciò che ti circonda. Ora arriva questo punto incredibilmente difficile sul terreno della tua pittura, dove devi tracciare questa linea estremamente sottile. In nessun caso deve essere sfocata. Si respira profondamente, si punta la pistola ad aerografo e a questo punto il compressore si avvia con un forte click. Oppure emette un ronzio particolarmente forte.

Oltre alla giusta dose di ispirazione, un artista ha bisogno soprattutto di una cosa: la pace e la tranquillità. Perché dovreste lavorare con un compressore per aerografo che non vi permette di lavorare in modo ottimale? Quindi fate attenzione al volume del vostro compressore. Questo dovrebbe essere uno dei criteri di selezione più importanti, soprattutto se si è sensibili al rumore. Si consiglia di utilizzare compressori che lavorano ad un volume massimo di 60db. Questo corrisponde al volume di una normale conversazione e non sovraccarica il nostro udito o i nostri nervi.

Oltre all’attrezzatura con un compressore a sussurro, potreste concedervi un serbatoio d’aria che di tanto in tanto deve essere riempito solo dal compressore. Un’altra alternativa è un tubo flessibile lungo e quindi la possibilità di posizionare il compressore un po’ più lontano dal posto di lavoro.

 

Prezzo

Molti compressori per aerografo hanno un prezzo molto alto. Quanto si vuole spendere dipende in gran parte dai propri obiettivi di artista. Naturalmente vi è permesso di concedervi un trattamento – ma ha senso comprare subito il compressore più costoso, anche se avete appena iniziato a aerografare? Forse dopo qualche seduta scoprirai che, dopo tutto, preferiresti provare una forma d’arte diversa. Quindi è meglio iniziare con un compressore per aerografo che non sia altrettanto costoso, ma comunque di alta qualità. Un buon compressore per aerografo fino a circa 250 Euro è abbastanza sufficiente per l’inizio.

 

 

Domande e risposte frequenti

 

Compressore dell’aerografo quanta pressione?

La pressione di lavoro ottimale per una pistola ad aerografo è compresa tra 1,5 e 2,2 bar. Un compressore ad aerografo dovrebbe accumulare questa pressione, ma molti compressori commerciali funzionano con più pressione. Si può evitare questo problema scegliendo un compressore per aerografo di alta qualità o assicurandosi che sia installato un regolatore di pressione.

Si vede che anche la scelta del giusto compressore ha le sue insidie. Potete scegliere se acquistare un compressore per aerografo o optare per un set di aerografi con il compressore già incluso. Speriamo di poter rendere la vostra decisione di acquisto un po’ più facile con la nostra Guida al compressore per aerografo.

aerografo per compressore