Chiunque abbia mai realizzato un pezzo in resina epossidica avrà notato che la resina spesso non ha la superficie cristallina desiderata dopo l’indurimento e il distacco dallo stampo, ma è coperta da un velo opaco o ci sono ancora delle sottili bave sui bordi. Fortunatamente, c’è una semplice applicazione per far brillare la superficie e darle una bella lucentezza: la lucidatura con resina epossidica. Questo è molto semplice e garantisce un risultato perfetto. Vi mostreremo in semplici passi come dare alla vostra opera in resina la lucidatura finale.

 

 

 

Quali fusioni in resina epossidica sono adatte per la lucidatura?

In generale, praticamente tutti gli oggetti e le superfici in resina sintetica sono adatti per la successiva lucidatura dopo l’indurimento. Ecco alcuni esempi:

In questo articolo ci concentreremo sulla lucidatura di superfici lisce in resina epossidica come i piani dei tavoli e sulla corretta procedura per la colata di stampi in resina sintetica.

 

 

 

Smerigliatura a umido con resina epossidica – preparazione per la lucidatura

La macinazione della resina epossidica viene avviata con la macinazione ad umido. Per questo si utilizza acqua e una carta vetrata speciale, che può essere utilizzata anche in condizioni di bagnato. Ciò è possibile perché i grani abrasivi sono attaccati ad un tessuto impermeabile.

La levigatura viene eseguita accuratamente con movimenti circolari da grana grossa 120 a grana 3000. La levigatura ad umido può essere eseguita a mano o con una levigatrice orbitale. Alla fine del processo di levigatura la superficie del pezzo deve essere piana. Poi può iniziare l’effettiva lucidatura con resina epossidica.

 

 

Per la macinazione a umido di resina epossidica sono necessari i seguenti materiali:

 

Carta Abrasiva Set, Impermeabile Levigatura a Secco
  • Set di 40 carta vetrata mista a grani da 80 a 3000
  • Adatto per legno, metallo, vernice, pietra, piastrelle e resina sintetica
  • Può essere utilizzato per la macinazione a secco e ad umido
Vista su Amazon

 

Wolfcraft Tampone per Levigatura a Mano
  • Levigatrice a mano, dimensioni: 85 x 160 mm
  • Per la pratica levigatura di vari materiali come legno, plastica, vernice, ecc.
  • per nastri abrasivi da 93 x 230 mm o rotoli di carta abrasiva larghi 93 mm
Vista su Amazon

 

TACKLIFE Levigatrice Orbitale
  • Macchina leggera a due mani con impugnatura
  • Con selezione elettronica della velocità e alto tasso di rimozione
  • Con anello frenante per l'avviamento senza problemi della mola e arresto immediato allo spegnimento
Vista su Amazon

 

80pz Dischi Abrasivi
  • Carta abrasiva Ø 125 mm in granuli di corindone
  • Durevole, antistatico e permette una levigatura duratura ed efficiente
  • 8 diverse granulometrie, 80 fogli in totale
Vista su Amazon

 

Istruzioni: Rettifica a umido della resina da colata

  1. Preparare l’acqua in un contenitore o, in alternativa, in un nebulizzatore d’acqua.
  2. Ora immergere la carta vetrata speciale nell’acqua e iniziare a carteggiare.
  3. In alternativa, si può anche inumidire la superficie del pezzo con acqua e poi utilizzare la carta vetrata.
  4. L’acqua lattiginosa deve essere pulita con un panno tra un’operazione di levigatura e l’altra.
  5. Le tracce di carteggiatura diventano sempre meno, più la grana diventa fine. È necessario tenerlo presente perché i graffi lasciati dal precedente processo di levigatura non possono essere rimossi in seguito.
  6. Fare particolare attenzione agli spigoli, poiché questi vengono rapidamente levigati troppo saldamente. Qui si lavora semplicemente con meno pressione.
  7. Infine, l’acqua rimanente viene completamente rimossa dalla superficie.

 

epoxidharz polieren anleitung

 

A volte il pezzo in lavorazione ha una superficie relativamente liscia subito dopo la colata. Ciò è particolarmente vero se sono stati utilizzati stampi in silicone. In questo caso, basta semplicemente macinare a umido con una grana più fine o rinunciarvi del tutto e passare direttamente alla lucidatura a resina.

 

 

Lucidatura della resina epossidica

Quando si lucida la resina colata, si dovrebbe fare molta attenzione, anche se il processo è di per sé abbastanza semplice. Una lucidatura accurata è la pietra angolare per una superficie perfetta. Ci sono diversi fattori da considerare per ottenere un risultato ottimale. Tra questi, ad esempio, la scelta della giusta pasta lucidante e della spugna lucidante, nonché il numero di giri selezionato della macchina utilizzata.

Please activate JavaScript to view this video.
Video-Link: https://www.youtube.com/watch?v=wj4aoiVu0qI

 

 

Trapano o lucidatrice?

L’acquisto di una macchina speciale per la lucidatura paga in ogni caso quando si lucidano oggetti o superfici di grandi dimensioni. A questa macchina possono essere attaccate diverse spugne di lucidatura. Questo strumento offre anche il vantaggio di poter regolare il numero di giri in base alla lucidatura. In questo modo si riduce al minimo il rischio che la superficie diventi troppo calda durante la lucidatura con resina epossidica.

Le smerigliatrici angolari non sono consigliate per la lucidatura della resina epossidica. Spesso non hanno un controllo della velocità. C’è quindi il rischio che la superficie del pezzo diventi troppo calda durante l’uso perché la velocità è troppo elevata.

Se si desidera lucidare forme o piccoli oggetti, è sufficiente dotare un trapano standard di uno speciale accessorio per la lucidatura. Qui si ha la possibilità di scegliere tra spugne di lucidatura e dischi di lucidatura in diverse dimensioni. Per oggetti molto piccoli si consiglia anche l’uso di speciali teste a sfera lucidanti.

 

epoxidharz polieren

 

Trovare il giusto pasta abrasiva per lucidare resina

Quando si sceglie la pasta abrasiva lucidante giusta, è possibile scegliere tra una varietà di prodotti diversi. Alcuni di questi vengono utilizzati in modi diversi e spesso decidono la finezza del grano di lucidatura contenuto. Di norma, le paste lucidanti offerte per l’uso su legno sono molto adatte anche per la lucidatura di resine sintetiche.

 

 

 

Lucidatura di piccoli getti con il trapano

 

Per la lucidatura di piccoli oggetti con un trapano sono necessari i seguenti materiali:

 

Bosch Professional Trapano Battente
  • Per forare, martellare e scalpellare legno, acciaio, calcestruzzo e plastica
  • Potente motore da 600 Watt con grande riserva di potenza
  • Numero di giri regolabile in modo flessibile
Vista su Amazon

 

Wolfcraft Colonna per trapani
  • Consente la foratura diritta e precisa di superfici, strisce e materiali rotondi
  • Ha un anello graduato regolabile per profondità di foratura millimetriche
  • Il piano di lavoro è fresato con scanalature di fissaggio per il fissaggio delle morse.
Vista su Amazon

 

Lucidatura Rotella 5Pcs
  • 5 Parti della slitta di lucidatura di alta qualità per tutti i trapani
  • Adatto per la lucidatura di tutti i tipi di materiali come legno, metallo, plastica, ecc.
  • Varie forme, ideali per raggiungere le zone più difficili da raggiungere
Vista su Amazon

 

3M Perfect-it - Pasta per lucidatura Extra fine
  • Pasta di macinazione facile e sicura da usare
  • Senza silicone, alto livello di brillantezza
  • Lungo tempo di lavorazione, adatto per applicazioni su grandi superfici
Vista su Amazon

 

 

Istruzioni: Lucidaturaresina epossidica con trapano

  1. Montare prima l’accessorio per la lucidatura della flanella sulla punta da trapano.
  2. Per impostare le fibre dell’accessorio di lucidatura, tenere il disco di lucidatura rotante contro un oggetto quadrato.
  3. Successivamente, applicare un po’ di pasta lucidante sulla rotella di lucidatura e tenere con attenzione il pezzo da lucidare contro la rotella.
  4. Ora è possibile lucidare l’oggetto con movimenti uniformi. Dovreste continuare a farlo fino a quando non avrete raggiunto il grado di brillantezza desiderato.
  5. Anche in questo caso prestare attenzione ai bordi, perché la rimozione è più che desiderata con pasta lucidante più grossolana e troppa pressione.
  6. Se necessario, è possibile ripetere questo processo in seguito con l’attacco di flanella extra fine.

 

 

 

Lucidatura a resina con macchina lucidatrice: Ideale per superfici più grandi

Se si prevede di lucidare superfici più grandi come i piani dei tavoli o i pavimenti, si consiglia l’uso di speciali macchine lucidatrici. A differenza di un trapano, la macchina lucidatrice sposta l’attrezzo di lucidatura in movimenti ellittici (eccentrici) piuttosto che esclusivamente rotanti. Questo rende il risultato assolutamente perfetto. Soprattutto per i principianti, l’uso di una macchina di questo tipo è ideale per ottenere una lucentezza regolare con relativa facilità.

 

Lucidatrice Tacklife
  • Macchina per la lucidatura orbitale compatta e potente
  • Maniglia laterale staccabile e display digitale
  • Set composto da sacchetto, vassoi per la pasta da 6 e 7 pollici, tamponi per lucidare e una scopa di ricambio
Vista su Amazon

 

3M Perfect-it - Pasta per lucidatura Extra fine
  • Pasta di macinazione facile e sicura da usare
  • Senza silicone, alto livello di brillantezza
  • Lungo tempo di lavorazione, adatto per applicazioni su grandi superfici
Vista su Amazon

 

 

 

Come lucidare la resina epossidica a mano

Per poter controllare meglio il processo di lucidatura e per avere più feeling con il processo, può essere utile lucidare piccoli oggetti a mano invece che a macchina.

 

wood epoxy resin

 

Per questo è necessario il seguente materiale:

 

Istruzioni: Lucidatura a mano della resina epossidica

  1. Applicare prima un po’ di pasta lucidante incolore sul panno di cotone o di lino e poi inumidirlo leggermente con acqua.
  2. Poi strofinare il panno con movimenti lenti e circolari con una leggera pressione sul lavoro. Potrebbe essere necessario un po’ di tempo prima che la superficie abbia la lucentezza desiderata. Quindi bisogna avere pazienza.
  3. Se si desidera lavorare su bordi o superfici dritte, è sufficiente avvolgere il blocco di legno con un panno.

Suggerimento 1: durante il processo di lucidatura si pensa spesso che la superficie sia ben lungi dall’avere il grado di brillantezza desiderato. Ciò può essere dovuto anche al fatto che la pasta lucidante lascia un’impronta opaca sulla superficie. Questo dovrebbe quindi essere rimosso più volte con un panno pulito durante il processo, per poter controllare l’avanzamento della lucidatura.

Suggerimento 2: per evitare di lasciare sulla superficie del pezzo residui colorati difficili da rimuovere, è importante utilizzare pasta lucidante incolore.

 

 

Conclusione sulla lucidatura con resina epossidica

La lucidatura a resina è la pietra angolare per ottenere una superficie perfettamente lucida del vostro pezzo in resina epossidica. Tuttavia, è necessario assicurarsi che il pezzo sia stato preparato per la lucidatura levigandolo accuratamente con granulometria diversa. Se questo non viene fatto con sufficiente attenzione, la superficie mostrerà segni di smerigliatura antiestetici che non possono essere rimossi anche con la lucidatura più accurata.