Gli appassionati di gioielli possono facilmente creare bellissimi pezzi singoli con resina epossidica. Grazie alla versatilità della resina sintetica, non ci sono praticamente limiti alla creatività nel design. Il materiale cristallino diventa un vero e proprio eye-catcher con piccoli elementi incorporati come fiori, perle o particelle di glitter. Il seguente articolo fornisce preziosi consigli e trucchi, comprese le istruzioni su come creare stravaganti gioielli in resina.

 

 

 

Le diverse resine sintetiche

Quando si usa la resina da colata, si deve sapere che non tutte le resine sono uguali. Ci sono talvolta notevoli differenze nella lavorazione dei diversi tipi di resina. Per la produzione del pezzo si può scegliere tra resina epossidica, resina poliestere o resina UV. È possibile acquistare le resine online o in qualsiasi negozio di artigianato o ferramenta ben assortito.

Sia le resine epossidiche che quelle poliestere devono essere miscelate nel giusto rapporto con un indurente appropriato per ottenere un risultato ottimale. Per ottenere questo, è necessario studiare attentamente le istruzioni del produttore sulla confezione prima di iniziare. Spesso il rapporto di miscelazione deve essere fatto su parti molto diverse. L’uso di un misurino con bilancia si è dimostrato la soluzione migliore a questo scopo, in quanto consente di lavorare con una precisione di ml. Anche una bilancia da cucina è molto utile.

Un’alternativa perfetta per le persone per le quali la misurazione esatta è troppo complicata è una resina da colata con un rapporto di miscelazione di 1 : 1, dove la resina e l’indurente sono semplicemente miscelati in parti uguali. È ancora più facile con una resina UV, dove non è necessaria alcuna miscelazione con l’indurente.

resina trasparente per gioielli

 

 

 

Che utilizza Resina per Gioielli?

La resina epossidica e la resina poliestere presentano due grandi differenze: in primo luogo l’aspetto e in secondo luogo la durata del processo di indurimento.

  • La resina epossidica ha una bellissima superficie cristallina ed è quindi ideale per la realizzazione di gioielli e accessori.
  • La resina poliestere si asciuga molto rapidamente ed è anche estremamente robusta. Pertanto, questa resina viene utilizzata principalmente per i pezzi stampati, come nella costruzione di imbarcazioni o per i pannelli profilati.
  • Per gli appassionati del fai da te che non vogliono aspettare diversi giorni per la completa polimerizzazione del materiale, una cosiddetta resina UV è l’alternativa perfetta. Non deve essere mescolato con un altro componente e si polimerizza completamente sotto la luce UV con una lampada speciale entro pochi minuti. Tuttavia, qui si possono gettare solo strati relativamente sottili. Tuttavia, poiché i gioielli e gli accessori sono di solito pezzi abbastanza piccoli, questo non dovrebbe essere un problema.

 

Queste resine sono più adatte per la produzione di gioielli in resina:

 

DecorRomResina UV
  • Facile da usare la resina UV non richiede alcuna preparazione ed è pronta all’uso
  • resina artigianale dura è realizzata in materiali non tossici di alta qualità
  • Resina cristallina che indurisce quando esposto ad ultravioletti
  Vista su Amazon

 

DipOn Epoxyplast resina epossidica
  • Resina epossidica epossidica cristallina, priva di solventi, prodotta in Germania
  • Formazione di bolle d'aria molto bassa
  • Semplice rapporto di miscelazione con 2 parti di resina a 1 parte di catalizzatore
  • Tempo di lavorazione ca. 30 minuti
Vista su Amazon

 

Resina per stampi di colata e sigillatura del legno
  • Resina epossidica trasparente
  • Ottimale per il rivestimento superficiale di tavoli in resina epossidica e legno
  • Elevata resistenza ai raggi UV
  • Ottima resistenza meccanica
  • Rapporto di miscelazione 100: 60
Vista su Amazon

 

 

Set di resina epossidica per gioielli

Kit Resina Epossidica
  • Non Tossico per Gioielli
  • 5 Resina Trasparente 30ml + 10 stampi in Silicone
  • Lampada LED UV Portatile + 6 Decorazioni
Vista su Amazon

 

 

Impostare gli accenti con pigmenti ed elementi di colata

Pigmenti, fiori, particelle di glitter, piccole pietre, conchiglie, perle, ecc. – molti materiali sono adatti per creare un accento speciale in resina epossidica. Tuttavia, per avere un’idea in anticipo di come l’elemento selezionato funzionerà in ultima analisi nella resina, in caso di dubbio si dovrebbe prima realizzare un pezzo di prova.

Poiché le particelle compatte ma piccole e leggere come glitter, fiocchi di mica o piccole perle rimangono dimensionalmente stabili nella resina, tali elementi sono più adatti per la produzione di gioielli in resina epossidica. È ancora più facile se li si mescola con la resina prima della colata. Questo è essenziale quando si utilizzano vernici e pigmenti nella resina.

 

stampi per gioielli in resina

 

Gli elementi più pesanti, come pietre e cristalli, affondano rapidamente, soprattutto nella sottilissima resina colata che viene spesso utilizzata per realizzare gioielli e accessori in resina. Pertanto, tali oggetti devono essere colati tra i singoli strati di resina.

Gli oggetti molto fragili, come i fiori secchi, devono essere posizionati con estrema cautela su uno strato di resina ancora umido. Se non lavorati con sufficiente sensibilità, gli elementi in quanto tali non sono visibili nella resina, ma formano solo antiestetici grumi. Una mano ferma o per sigillare l’oggetto, se necessario, in anticipo con un po’ di colla per tovaglioli può essere d’aiuto in questo caso.

 

 

 

La forma adatta per i singoli gioielli in resina epossidica

Soprattutto nel campo della gioielleria e degli accessori, si possono trovare un gran numero di stampi in silicone prefabbricati, che offrono agli appassionati del fai da te una facile introduzione alla produzione di gioielli in resina. Dai ciondoli agli anelli da dito agli orecchini, ognuno troverà la forma giusta per se stesso.

 

I nostri consigli su stampi in silicone lucido per splendidi gioielli in resina epossidica:

 

 

 

Istruzioni passo dopo passo per la fusione di gioielli in resina

 

Preparativi

  • Una volta deciso quale gioiello in resina o accessorio si vuole realizzare, il primo passo è quello di scegliere uno stampo in silicone adatto. Poi si dovrebbe almeno valutare approssimativamente la quantità di resina necessaria per riempire lo stampo.
  • Ora mescolare circa la metà del valore calcolato e colorarlo se necessario. La resina sintetica può poi essere versata nello stampo.

 

Versare nello stampo in silicone

  • Come già detto, nella resina ancora liquida vengono inseriti piccoli elementi leggeri.
  • Dopo di che si dovrebbe dare alla resina almeno 24 ore per asciugare (o fintanto che il produttore raccomanda sulla confezione).
  • Se volete incorporare nel vostro lavoro anche elementi più grandi e pesanti, potete posizionarli sul primo strato di resina da colata dopo l’indurimento. Per evitare che gli oggetti scivolino durante l’ulteriore colata, è possibile fissarli con un po’ di resina.
  • Una volta che i grandi elementi sono fissati in modo sicuro, il resto dello stampo in silicone può essere riempito con la resina. Ora il tutto deve asciugarsi completamente. Le specifiche del produttore forniscono informazioni sulla durata del processo di indurimento.

Suggerimento: Se durante il processo di colata si sono formate bolle d’aria nello strato di resina, è possibile rimuoverle facilmente ruotando brevemente e leggermente un bruciatore Bunsen o un essiccatore ad aria calda sopra la resina.

 

Il rilascio della resina sintetica dallo stampo

L’esatto tempo di indurimento della resina da colata può variare da produttore a produttore. Troverete informazioni al riguardo sulla confezione. Di norma, dopo ca. 48 ore il pezzo viene indurito a tal punto da poter essere liberato dallo stampo. Fare attenzione a non ferirsi su eventuali spigoli taglienti sul lato inferiore del getto quando lo si rimuove.

 

Il tocco finale ai gioielli in resina epossidica

Se durante l’indurimento si sono effettivamente formati dei bordi taglienti, questi possono essere facilmente rimossi con carta vetrata a grana fine. La pasta lucidante e un panno morbido danno al gioiello una lucentezza meravigliosa. Questo spesso manca se durante la produzione è stato utilizzato uno stampo in silicone convenzionale. La resina cristallina o la la lacca lucida sono adatte anche come finiture per ottenere l’effetto radiante. Tuttavia, è possibile risparmiare questa ulteriore lavorazione se si utilizza direttamente uno stampo in silicone lucidato. La superficie interna liscia vi garantisce una superficie assolutamente perfetta e uniforme dei vostri gioielli in resina epossidica.

 

 

 

Gioielli speciali: Resina e legno combinati

I gioielli che combinano i materiali resina epossidica e legno hanno un aspetto particolarmente lussuoso e individuale. Ma la produzione di tali gioielli in resina epossidica è un po’ più complessa.

 

resina per gioielli

 

Per prima cosa, uno o più pezzi di legno vengono inseriti in uno stampo in silicone (di solito rettangolare) o in uno stampo autocostruito. Lo stampo viene poi riempito con la resina da colata. L’effetto è particolarmente bello se la resina è colorata prima di versare. Quando il grezzo è completamente indurito, può essere rimosso dallo stampo e poi ulteriormente lavorato. Ora potete vederlo nella forma che volete, poi macinarlo e lucidarlo fino alla fine.

 

La produzione di gioielli in legno e resina è un po’ più complessa e richiede un po’ più di manualità, ma con un po’ di pratica è più facile di quanto si pensi.